storia - parrocchia alfonso

Vai ai contenuti

Menu principale:

 

La storia della Parrocchia di Sant'Alfonso in San Vincenzo, ebbe inizio quando il 5 luglio 1970 Mons. Ablondi, vescovo di Livorno e in quei giorni Amministratore Apostolico di Massa Marittima, sottoscrisse il decreto di erezione della Parrocchia nominandovi quale primo Parroco don Lido Marmugi, già presente, in quel periodo, a San Vincenzo,. Don Lido riuscì ben presto a costruire, su un terreno donato dalla Sig.ra Jolanda Bussotti Becuzzi, una modesta ma decorosa chiesetta che purtroppo durante un incendio nel dicembre 1972 andò distrutta. Don Lido non si lasciò scoraggiare e con notevoli sacrifici e pochi mezzi riuscì comunque ad inalzare un nuovo edificio prefabbricato destinato a funzionare come chiesa parrocchiale.
Alla morte di don Lido (1 gennaio 1974) la Parrocchia fù affidata a don Ivo Martelli fino al dicembre dello stesso anno, quando arrivò il nuovo parroco don Luigi Berselli.


In quegli anni cominciò ad avvenire la trasformazione della comunità parrocchiale di Sant'Alfonso: non più sole persone che partecvipavano alle funzioni liturgiche, ma nascono il Consiglio Pastorale Parrocchiale, il gruppo Scout ed il gruppo di Azione Cattolica. Nel settembre 1978 don Berselli lasciò la Parrocchia a don Angelo Pizzamiglio. Con la venuta di don Angelo, si comiciò a parlare di una nuova struttura; il vecchio fabbricato ormai non più sufficiente a contenere la crescente popolazione del quartiere. Dopo anni di progetti, di impegno  e grazie alola generosità di molte persone, il 15 maggio 1983, avvenne la posa della prima pietra della nuova Chiesa. La nuova "Tenda dell'Eucarestia" fu consacrata da Mons.Vivaldo Vescovo in data 5 agosto 1984. In seguito furono costruite le opere parrocchiali, la canonica ed il salone parrocchiale. In precedenza, il 3 giugno, furono benedette le campane.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu